lunedì 20 aprile 2015

Sul Palcoscenico del Libero Hedda Gabler secondo Monica Faggiani

Al Teatro Libero di Milano fino al 28 aprile con Hedda Gabler, Monica Faggiani, che sulla scena interpreta Hedda, ci racconta la straordinaria complessità di questa moderna eroina di Ibsen.

Hedda, fragile e feroce. Una donna, per certi versi, modernissima. com'è diventare lei sul palcoscenico? 

E’ una sfida affascinante calarsi nei panni di un eroina “negativa”.. Indagare il nero che c’è in ognuno di noi e provare ad inabissarsi al suo interno. E poi interpretare Hedda è un po' come stare su un ottovolante... c’è un passaggio continuo tra emozioni estreme e diverse.. Non c’è in lei una linearità psicologica e questo per un attore è molto difficile ma anche elettrizzante perché ti costringe a rimanere sempre vigile e attento ai continui moti dell’anima del tuo personaggio. 

Hedda Gabler è una produzione di TLLT. Un progetto nuovo, una nuova scommessa dopo le molte vinte, in un periodo di crisi. Qual'è la sua forza? 

 La forza di TLLT sta nell’unione delle forze di tante compagnie giovani e meno giovani che continuano a credere nella forza del Teatro e nell’idea che il Teatro si faccia insieme e non uno contro l’altro. Teatro Libero è la casa di tante compagnie che finalmente si sentono a casa!

Hai interpretato spesso donne "complicate". Penso ad esempio ad Assassine. cosa ti affascina di personaggi di questo tipo? 

I personaggi “complicati” permettono di approfondire di scavare e quindi di essere sempre diverse e originali sulla scena. E ti costringono a trovare dentro di te l’altra faccia della luna... la parte che non mostriamo o che temiamo di noi stessi.



Un personaggio femminile cui sei particolarmente legata o uno che vorresti interpretare? 

Hedda Gabler è sicuramente il personaggio più complesso e difficile che abbia mai affrontato e recitare Ibsen è stato per me realizzare un sogno. Per il futuro vorrei con tutta me stessa interpretare Blanche in "Un tram chiamato desiderio"... Lo vorrei tantissimo... (se ci sono registi in ascolto...)


Teatro Libero Milano. Hedda Gabler. Regia di Cristina Pezzoli. Con Laura Anzani, Marco Brinzi, Monica Faggiani, Monica Menchi, Dario Merlini, Angelo Tronca e con la partecipazione straordinaria di Rosalina Neri. Scene e luci Paolo Calafiore. Costumi Rosanna Monti. Aiuto Regia Luca Orsini. Produzione Teatro Libero Liberi Teatri.

Foto. Andrea Finizio



@Antonietta Usardi

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: