giovedì 9 luglio 2015

L'Inferno Dantesco per Giobbe Covatta: Minori e Diritti

L'Inferno di Dante Alighieri nella rilettura di Giobbe Covatta al Franco Parenti il 20 luglio.

Non più quindi la Divina Commedia, ma una sua versione apocrifa, scritta da tale Ciro Alighieri, probabilmente il cugino povero caduto in disgrazia.
Nonostante un accurato lavoro di ricerca e restauro, è stato possibile ricostruire in maniera completa solo la cantica dell'Inferno, perduti invece Purgatorio e Paradiso, quasi al mondo non vi fosse redenzione.

E com'è questa nuova e inedita versione dell'Inferno?

Bambini e diritto, Sfruttamento e mancanza di tutele.

Il Virgilio immaginato dall’antico poeta lo accompagnerà per bolge popolate da bambini depauperati per sempre di un loro diritto, di qualcosa che nessuno potrà mai restituirgli.

Come al solito contenuti e commento spassosi, ma risate amare per temi seri e drammatici.

@Antonietta Usardi

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: