giovedì 16 luglio 2015

Omaggio a Sergej M. Ejzenštejn allo Spazio Oberdan

Dal 18 luglio al 2 agosto lo Spazio Oberdan festeggia i 90 anni de “La corazzata Pötemkin”, film che ha cambiato la storia del cinema, riproponendone una versione restaurata con accompagnamento musicale dal vivo all’interno di una rassegna con alcuni dei migliori film del grande regista Sergej M. Ejzenštein. 

Tre i titoli sonori selezionati nel programma: “Ivan il Terribile”, diviso in due parti (la prima parte e “La congiura dei Boiardi”), Alexander Nevskij e il rarissimo “Lampi sul Messico”, film ricavato dal materiale girato da Ejzenštein in Messico nel 1931 durante le riprese per “Que viva Mexico!”, basato prevalentemente su Maguey, uno dei quattro episodi previsti, e frammenti del prologo e dell’epilogo.

A completare la rassegna, il recentissimo film di Peter Greenaway “Ejzenštein in Messico” che racconta i dieici giorni che il regista russo passò in Messico nel 1931 per girare il film che doveva celebrare la rivoluzione messicana del 1911. 

Greenaway, dopo una profonda ricerca sull’artista e sull’uomo, presenta Ejzenštein come un uomo timoroso della propria sessualità, incapace di dargli spazio nel proprio intimo e arrivando anzi a nasconderla, fino al periodo trascorso nella città di Guanajuato. Dieci giorni che cambieranno la vita del regista. 

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: