lunedì 28 settembre 2015

Omaggio a Carandente alla Fondazione Arnaldo Pomodoro

Dal 30 settembre al 18 dicembre la Fondazione Arnaldo Pomodoro, via Vigevano 9, ospita la mostra “Tutto è felice nella vita dell’arte. Omaggio a Giovanni Carandente”. 

L’esposizione approfondisce la straordinaria figura di Giovanni Carandente come grande critico e storico dell’arte e come ideatore e organizzatore della manifestazione “Sculture nella città”, tenutasi a Spoleto nel 1962. 

A Spoleto, in occasione del Festival dei Due Mondi, Carandente ebbe l’idea di collocare nella città 106 sculture di grandi artisti italiani e internazionali dando vita, per la prima volta in Italia, ad un vero e proprio museo a cielo aperto. 

All’interno di questo progetto nacque anche un connubio tra arte e industria grazie alla realizzazione negli stabilimenti dell’Italsider delle opere di dieci artisti tra cui David Smith, Alexander Calder, Arnaldo Pomodoro, Pietro Consagra, Lynn Chadwick ed Ettore Colla. 

Nella mostra sono esposti i bozzetti e i disegni progettuali delle sculture realizzati per Spoleto e le opere di grandi autori internazionali come Calder e Smith, Anthony Caro, Eduardo Chillida, Henry Moore, che dimostrano quanto fosse forte e duraturo il legame e il sodalizio che legava questi artisti al critico Carandente

L’esposizione è stata resa possibile grazie alla collaborazione con Palazzo Collicola Arti Visive Spoleto - Museo Carandente, al Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce di Genova, all’Archivio Fondazione Ansaldo

Curatore della mostra è Luciano Caprile.

Ingresso libero. 

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: