lunedì 26 ottobre 2015

L’Ultima Intervista di Pier Paolo Pasolini al Teatro Parenti

A quarant’anni dall’omicidio, dal 27 ottobre fino al 1° novembre, va in scena al Teatro Franco ParentiSiamo tutti in pericolo – L’ultima intervista di Pier Paolo Pasolini”, regia di Daniele Salvo.

Lo spettacolo nasce dall’ultima intervista rilasciata da Pasolini a Furio Colombo e dagli articoli che egli stesso scrisse per “Il Mondo” e per il “Corriere della Sera”. 

Pasolini fece all’epoca un’analisi della società italiana che, alla luce degli avvenimenti odierni, suona incredibilmente profetica. 

Pasolini è un poeta logorato dall’ansia che prova per il futuro della società italiana, preoccupato per la violenza dilagante, conscio di essere scomodo per tutti, sia a destra che a sinistra, privo di un vero interlocutore a cui tramandare il proprio pensiero. 

La scena è ambientata nella stanza da letto del poeta, che trascorre le sue notti insonni, in un’atmosfera in cui si mescolano realtà e visioni, dove viene visitato da un ragazzo che prefigura Pelosi, da Furio Colombo e da un giovane fascista. 

Lo spettacolo ripropone l’urlo disperato di Pasolini che vuole avvisare, mettere in guardia le coscienze sul futuro drammatico che attende l’Italia. 

Ad interpretare il poeta è Gianluigi Fogacci, mentre Raffele Latagliata interpreta sia Furio Colombo che il giovane fascista e Michele Costabile rappresenta la prefigurazione di Pelosi. 

In occasione dello spettacolo, il 29 ottobre, è prevista la conversazione con Roberto Chiesa e Giuseppe Cenna dal titolo “Lettere Luterane. Pasolini e il Palazzo”. 

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: