lunedì 16 novembre 2015

Lo Stradivari Torna a Milano

In occasione del trecentesimo anniversario, torna a Milano per un'esposizione straordinaria di dieci giorni, nella sala Balla del Castello Sforzesco, il violino Antonio Stradivari 1715.

Rimasto per anni nelle mani del violinista Antonio Bazzini (1818-1897) che fu direttore del Conservatorio ‘Giuseppe Verdi’, per poi passare alla celebre violinista Gioconda De Vito (1907-1994) che lo portò in giro per il mondo, lo Stradivari torna a Milano per raccontare la sua storia al grande pubblico del Castello Sforzesco.

Stradivari andava a scegliere gli abeti rossi di Paneveggio, sotto Passo Rolle, per la tavola armonica, e spesso sono in pioppo o acero fondo, riccio e fasce, e che cercava gli alberi più sani, con anelli proporzionati. Quindi legni sceltissimi e rari. Ma la colla, come si è favoleggiato, non possiede ritrovati particolari. Gli ultimi, sofisticati esami sui quattro violini e la viola del Musée de la Musique di Parigi fabbricati dal 1692 al 1720, in Francia e Germania, dicono che le vernici sono assolutamente quelle in uso allora.

@Redazione

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: