venerdì 4 dicembre 2015

Milano Invasa dal Cacao nel Romanzo di Antonietta Usardi

Fresco fresco di stampa per Dalia Edizioni è uscito “Cacao City”, l’ultimo romanzo di Antonietta Usardi

La nostra Antonietta Usardi non si limita a scrivere articoli sulla vita culturale e artistica di Milano, ma ci sbalordisce con un romanzo noir… come una tavoletta di cioccolato!!! 

Ambientato in una Milano distopica, in cui il cacao è diventato la droga preferita degli anziani e il governo ha dovuto obbligatoriamente creare delle cliniche di disintossicazione per nonni e nonne che altrimenti vagherebbero felici e beati per le strade della città. 

Una città affollata di strani personaggi, giornalisti che scrivono solo buone notizie, giovani donne che come lavoro distribuiscono abbracci ai clienti, mamme guerriere, morti che scompaiono dall’obitorio, ex serial killer che si riuniscono in un’associazione, musicisti in ogni dove e vecchietti arzilli dal passato compromettente. 

Il lettore farà la conoscenza approfondita di alcuni di loro e incontrerà Delizia e suo fratello Claude alla ricerca dei nonni Belinda e Costante; seguirà Robespierre e Pietro; il bonario “zio” Commissario Mariotti e Bonifacio, il bassotto! 

Sullo sfondo una Milano primaverile, assolata, in cui l’aria profuma di tigli, “l’alba albeggia, il sole rosseggia, il vento ventila i platani” e il cielo “non è grigio fumo né grigio topo né, tantomeno, grigio cemento o antracite o piccione” ma spettacolarmente azzurro “punteggiato qua e là da banchi disordinati di nuvole bianco latte. 

Gli eventi incalzano e il lettore divorerà le pagine del libro per scoprire chi c’è dietro il traffico di cacao, che fine hanno fatto Belinda e Costante, cosa accadrà ai giovani Delizia, Claude, Robespierre e Pietro e come si evolveranno le indagini di Mariotti. 

Uno stile ironico, accattivante e vivace. Non un momento di noia. Una trama intricata che fino all’ultimo non lascia trapelare nessuna delle sorprese e delle svolte nascoste tra le sue pagine. 

Si rimane con il fiato sospeso e anche con un po’ di acquolina in bocca (ci sono descrizioni di certi deliziosi dolci!!!). 

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: