giovedì 28 gennaio 2016

Il Festival degli Scrittori ai Frigoriferi Milanesi

Dal 29 al 31 gennaio si svolge negli spazi dei Frigoriferi MilanesiWriters. Gli scrittori si raccontano”. 

Per il quarto anno ritorna l’evento che permette di avvicinare scrittori e lettori, in un turbine di racconti, letture, incontri, mostre, spettacoli e concerti. 

Ogni anno Writers ha scelto una figura che simboleggiasse la letteratura e la cultura: le prime tre edizioni hanno visto questo ruolo ricoperto da Szymborska, Alda Merini e Ferdinanda Pivano; quest’anno come personaggio d’elezione è stata scelta la grande scrittrice francese Iréne Némirovsky.

Il programma si apre con l’omaggio a Iréne Nèmirovsky: insieme a Olivier Philipponnat, biografo della scrittrice, alcuni autori come Laura Bosio, Simona Colombo, Paolo Marrone e Fabio Santopietro leggeranno i loro brani preferiti tratti delle opere della scrittrice francese morta ad Auschwitz nel 1942. 

Il Festival prevede un alternarsi di panel tematici, tra dialoghi più intimi, proiezioni, momenti musicali, per un totale di circa venti incontri, con oltre 50 protagonisti della scena culturale italiana e ospiti internazionali: lo scrittore turco Hakan Günday, che presenta il suo ultimo romanzo “Ancora” (ed. Marcos y Marcos), e il poeta e saggista siriano Adonis, che parlerà di “Violenza e Islam” (ed. Guanda). 

Nella tre giorni di questo circo letterario e culturale si alterneranno l’antropologo Franco La Cecla con lo scrittore Alessandro Leogrande sul tema “Viaggiare contromano”, Marina Bander si confronterà con Benedetta Tobagi parlando di “Madri in ballo”; Elisabetta Bucciarelli, Ilaria Bernardini, Alessandra Sarchi, Evelina Santangelo, Silvia Ballestra e Simona Vinci, racconteranno il “mondo d’oggi visto dal pianeta Venere; sei scrittrici raccontano l’Italia”. 

Altri due temi molto interessanti come “Scrivere: dagli adulti ai ragazzi”, un viaggio attraverso i linguaggi della scrittura per i lettori adulti e per i più giovani, e “Librai coraggiosi”, un’occasione per celebrare finalmente figure che quotidianamente portano avanti la diffusione del libro e della letteratura, vedrà impegnati rispettivamente Giacomo Papi, Zita Dazzi, Fabio Geda e Marco Magnone con la moderazione di Marco Zapparoli, e Serena Casini, Cristina Dicanio, Francesco Fagnini, Chiara Zeccardo, Ludovica Giuliani, Carmen Legnano sotto la guida di Chicca Gagliardo

Il quarto panel del Festival, “Lost in translation”, affronterà il tema delle parole intraducibili con Bruno Osimo, Yasmina Melaouah, Ilaria Piperno, Gina Maneri, Marco Rossari; l’ultimo incontro tematico, dal titolo “Letteratura e male”, vedrà il confronto tra Raffaella Regoli, Andrea Tarabbia, Roberta De Monticelli ed Elena Mearini intorno al tema della resa letteraria dell’orrore. 

Quattro le mostre presentate nel Festival: “Hiatus” video installazione e mostra fotografica di Carlo Bevilacqua; “Des femmes, un Paris” istantanee in bianco e nero di Anne-Marie Barthelemy e Pietro Chiapponi; “Il volo è una scrittura del corpo nel cielo” con le opere di nove artisti in dialogo con il libro “Il Poeta dell’aria” di Chicca Gagliardo; “Raccontami una foto. Noi mettiamo la foto e tu la storia” progetto realizzato da “In campo – Cooperativa Minotauro”. 

L’ultima giornata verrà allietata dalle parole di Oreste Bossini e Isabella Mattazzi accompagnati dalla pianista Maria Pia Carola che eseguirà brani da “Memoriali sul caso Schumann” di Filippo Tuena

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito. 

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: