venerdì 22 gennaio 2016

Mohsen Taasha Wahidi alla Theca Gallery

Fino al 5 marzo la Theca Gallery, via Tadino 22, ospita la mostra dell’artista afgano Mohsen Taasha Wahidi, “Beyond the curtain”. 

Mohsen Taasha Wahidi, già esposto alla 56° Biennale d’arte di Venezia al Padiglione Nazionale dell’Iran, è uno dei più interessanti artisti della scena afgana. 

Appartiene a una minoranza etnica turco-mongola, gli Hazara; le sue origini sono il perno su cui ruota il suo lavoro artistico, in cui sviluppa la sua personale riflessione critica sulla situazione sociopolitica del suo paese. 

I suoi lavori raccontano una storia ferita, ritratta di volta in volta nella fusione di sagome umane senza volto, versi coranici e grida spezzate. 

L’artista spesso unisce la sapienza della parola scritta, usata come sfondo oppure disegnando e dipingendo direttamente su pagine del Corano, all’uso del colore rosso, scelto per il suo valore simbolico, e a dettagli iconografici tipici della tradizione compositiva e grafica della cultura mediorientale. 

Nella mostra, curata da Marco Meneguzzo, sono esposte alcune delle sue opere più significative, realizzate tra il 2010 e il 2015. 

Tre provengono dalla Biennale di Venezia, alcune da dOCUMENTA(13); presenti anche il ciclo delle Miniature, già esposto negli USA, e, infine, una serie di lavori realizzati, appositamente per la mostra milanese, in Pakistan nel 2015. 

Viene, inoltre, esposta in anteprima l’opera “AIIEOOEI LGHRBTT [portrait]” che, per motivi di censura a cui fu sottoposto l’artista, avrebbe dovuto essere esposta nella prima mostra personale in Svizzera, ma non arrivò mai. 

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: