martedì 26 gennaio 2016

Un Amico di Nome Kubrick allo Spazio Tertulliano

Dal 27 al 31 gennaio allo Spazio Tertulliano va in scena lo spettacolo “Il mio amico Kubrick” per la regia di Luca Ramella

Il regista vuole rendere omaggio alla maestria del grande cineasta americano, Stanley Kubrick, alla sua vita e storia e agli incredibili film che ha creato. 

L’incontro tra due uomini, tra due esistenze, con le loro storie da raccontare: momenti intimi, appassionati, che svelano tra ricordi, tragedie e sogni, le vite vissute e l’unico grande amore che le accomuna: il cinema. 

I due protagonisti si confrontano tra di loro e con se stessi, interrogandosi su ciò che erano e su ciò che sono diventati. 

Un quesito si pone nella vicenda: può un film rovesciare la realtà, persuadendo con le immagini? Può una storia essere rovesciata confondendosi con i fotogrammi? 

Emozioni, legami, momenti vissuti che superano i confini dell’autobiografia e permettono di ritrovare un tempo lontano ancora vivido e prezioso, perché il cinema, in fin dei conti, è un papà che porta suo figlio a vedere un film. 

Sul palco con il regista Luca Ramella, Jacopo Volpi che eseguirà dal vivo le musiche dello spettacolo. 

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: