martedì 2 febbraio 2016

Il Rapporto sul Sesso di Cornacchione

Al Teatro della Cooperativa, dal 5 al 10 febbraio, va in scena lo spettacolo “Cronache sessuali” di e con Antonio Cornacchione

Dopo il rapporto sulle abitudini sessuali degli americani realizzato negli anni ’60 da Kinsey, si cimenta ora Cornacchione nello scrivere gli usi e costumi sul sesso degli italiani nell’anno in corso.

L’esplorazione di Cornacchione parte dagli anni ’70 e dalla rivoluzione sessuale, se si è compiuta del tutto, se ha portato la felicità che ci si aspettava o se invece ha alimentato soltanto frustrazione facendo sperare in un mondo che non corrisponde alla realtà. 

Le domande di Cornacchione sono semplici e dirette: se il sesso è la felicità dell’uomo, allora gli uomini più felici al mondo sono gli attori porno? L’orgasmo è un diritto o un dovere? Dietro al libertino mondo del web esiste in realtà un incallito moralista? 

Iniziano da qui i racconti che Cornacchione recita in prima persona, dando voce a diverse storie: il ragazzo timido che si innamora della porno star, l’uomo maturo che trova il punto g della moglie mentre cerca i calzini, la femminista che odiava gli uomini ma amava le donne che copiano gli uomini… 

Tra questi racconti spunta per caso Berlusconi? Una risata vi seppellirà… ma era quella del Cavaliere? 

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: