venerdì 5 febbraio 2016

Il Sindaco del Rione Sanità all’Elfo Puccini

Dall’8 al 14 febbraio il Teatro Elfo Puccini porta in scena la commedia di Eduardo De FilippoIl Sindaco del rione Sanità” per la regia di Marco Sciaccaluga con Eros Pagni

Il protagonista dell’opera fu ripreso da De Filippo dalla vita reale, il suo nome era Campoluongo: teneva il quartiere in ordine, risolveva le questioni spinose del rione Sanità. 

La commedia, divisa in tre atti, inizia nella residenza in campagna di Don Antonio Baraccano e si sposta poi, nell’ultimo atto, nella sua casa di città, nel rione Sanità. 

Don Antonio esercita, appoggiato da sempre dal disincantato dottor Fabio della Ragione, su tutto il quartiere la sua personale idea di legge: fa estrarre pallottole e ricucire ferite nei corpi di giovanotti troppo “animosi”, dà protezione e consigli a chi si rivolge a lui per avere giustizia, come piccoli delinquenti, usurai e bottegai poco accorti. 

Don Baraccano ha una parola e una soluzione per tutti: gli abitanti del rione Sanità sono, per lui, colpevoli solo di essere poveri, ignoranti e incapaci di giostrarsi tra le maglie della legge. 

La figura di Don Baraccano non può essere semplicemente descritta come capocamorra; lo stesso De Filippo lo definì come un uomo che aveva provato sulla propria pelle l’ingiustizia e che, per amore della giustizia ma sfiduciato dagli uomini, se la fa da sé. 

Presentato al Napoli Teatro Festival in occasione del trentesimo anniversario della morte del suo autore, lo spettacolo ha vinto la scommessa di portare in scena un’opera di Eduardo interpretata da un attore non napoletano. 

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: