venerdì 25 marzo 2016

Il Bosco Verticale Raccontato in un Libro

Corraini Edizioni ha appena pubblicato il libro di Stefano BoeriA Vertical forest un bosco verticale” in cui l’architetto racconta l’origine, lo sviluppo e i segreti del complesso di due palazzi inaugurate ai confini del quartiere Isola nel 2014. 

Nel 2007 Boeri aveva appena iniziato a progettare due torri alte nel centro di Milano quando, all’improvviso, decise di andare contro le tendenze architettoniche dominanti e di realizzare due torri biologiche, rivestite non di vetro ma di verdi foglie, due torri letteralmente rivestite di vita. 

L’obiettivo di Stefano Boeri era quello di introdurre nell’architettura un concetto del tutto nuovo: la biodiversità, creando degli spazi che non fossero solo abitati da esseri umani ma anche da altre specie, come gli uccelli o gli insetti. 

Le facciate del Bosco Verticale ospitano 900 alberi di grande e medio sviluppo, 5.000 arbusti di grandi dimensioni e 11.000 piante ornamentali perenni, col oltre cento diverse specie. 

Il libro è diviso in quattro parti: “Alberi e umani” in cui Stefano Boeri racconta la nascita e lo sviluppo del progetto; “Storia del Bosco Verticale” con alcuni piccoli racconti dell’architetto illustrati da Zosia Dzierzawska; il “Dizionario illustrato del Bosco in 100 voci”, che raccoglie i concetti chiave del progetto e, infine, “Bosco Verticale: Imparare dal I BV” che spiega il modello in modo che possa essere replicato in progetti analoghi. 

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: