martedì 1 marzo 2016

Teatro Elfo Puccini. In Sala Shakespeare il Bugiardo di Goldoni

In scena all'1 al 13 marzo al teatro Elfo Puccini (Sala Shakespeare) il Bugiardo, divertente commedia brillante nata dalla penna e dal genio di Carlo Goldoni.

Figlio di Pantalone, onesto mercante veneziano, Lelio Bisognosi, il bugiardo, è un giovane brillante e di mondo. Vissuto per vent’anni presso uno zio a Napoli, Lelio fa ritorno nella città natale insieme ad Arlecchino suo servo; qui ha subito occasione di conoscere le figlie del Dottor balanzoni, Rosaura e Beatrice, mentre, in assenza del padre, si godono sul terrazzino di casa la serenata di un incognito ammiratore. Ne è autore Florindo, allievo e coinquilino del Dottore, amante timido di Rosaura, cui non osa svelare i propri sentimenti. Lelio non si fa sfuggire l’occasione offertagli: si presenta alle fanciulle sotto le spoglie di un ricco marchese e rivendica la paternità della serenata, senza rivelare a quale delle due è diretta per conquistarle entrambe. Ma l’arte delle “Spiritose Invenzioni”, come Lelio ama definire le proprie menzogne, non è priva di incresciose conseguenze.

Gag irresistibili, trovate comiche fulminanti: una commedia degli equivoci dall'inequivocabile sapore teatrale, che non risparmia acume e cattiveria con il nobile e dichiarato intento di mettere in ridicolo conformismo e convenzioni.

Una presa in giro che sfiora tutti i personaggi: da Lelio, insofferente alle costrizioni a Pantalone, ipocrita piccolo borghese.

Una critica da cui non sfuggono nemmeno le deliziose protagoniste femminili, cui Goldoni riconosce  in parte una scusante per essere esse stesse vittime ma di cui non esita a schernire vezzi e lo spasmodico desiderio di un finale da happy ending a qualsiasi costo...perchè la vita rimane sempre una questione di scelte. 

@Antonietta Usardi

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: