giovedì 10 marzo 2016

Tolstoj al Teatro Franco Parenti

Fino al 13 marzo nella Sala Grande del Teatro Franco Parenti va in scena lo spettacolo “Ivan Il’ic”, testo liberamente tratto da “La morte di Ivan Il’ic” di Lev Tolstoj, per la regia di Ola Cavagna

Tolstoj affronta nella sua opera l’origine e la fine di ciò che ci è dato conoscere e, contemporaneamente, esplora il mistero dell’esistenza che riguarda ogni essere vivente. 

Ivan Il’ic, giudice di tribunale, scopre, in seguito al sopraggiungere di una malattia misteriosa e incurabile, la vanità della sua gloria, dei suoi successi, la frivolezza che caratterizza la sua famiglia e l’incapacità dei medici, ma in fondo a sé, in ultimo, scopre una luce. 

Matura la consapevolezza di non essere padroni del proprio destino, di essere come naufraghi in una tempesta. 

Il giudice ripercorre tutte le tappe importanti della sua vita, da quando era bambino all’uomo che è diventato oggi, giudice temuto, sposato con figli, ma tutto viene messo in discussione, cambia d’aspetto e di valore. 

Ivan Il’ic inizia il suo percorso per liberarsi dalla smania del successo e del potere, dall’egoismo e dal possesso, certo ormai che le certezze dell’uomo sono come sabbia tra le dita e che il vero senso della vita è quello di comprendere la propria fragilità. 

Sul palco Mauro Avogadro e Nicola Bortolotti tratteggiano i personaggi con un’intimità speciale, sincera, a tratti tenera. 

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: