lunedì 11 aprile 2016

Quattro Giornate di Cinema a Forma Meravigli

Dal 14 al 17 aprile Forma Meravigli organizza quattro giornate con proiezioni tematiche di video ispirati dal mondo della fotografia.

La rassegna raccoglie documentari su alcuni personaggi della scena fotografica, focus su argomenti specifici, come l’immagine e la memoria interiore, o su argomenti come il rapporto tra moda, cinema e fotografia. 

La prima giornata è dedicata al tema “L’archivio, la memoria, l’immagine” per analizzare il ruolo che l’immagine acquista nella vita emotiva di ognuno di noi, i rapporti che si creano tra l’immagine e il tempo perduto, tra ricordi salvati, ricerca del vero e spazi affettivi. 

In programma per la serata quattro film: “A festa e os cães” di Leonardo Mouramateus, un viaggio nel passato in grado di far emergere dubbi, speranze e la leggerezza della giovinezza; “Ragazzo” di Lorenzo Apolli, il racconto privato di un’esperienza come la guerra; “Africa 815” di Pillar Monsell, la riscoperta del proprio genitore e del proprio mondo d’origine. 

La seconda giornata a Forma Meravigli parla di “Cinema, fotografia, moda” con la proiezione di due film: “Bill Cunningham New York” di Richard Press, docufilm sul fotografo, ormai ottantenne, del New York Times e “The September Issue” di R.J. Cutler un’immersione di nove mesi nel mondo di “Vogue” seguendo la famosa Anne Wintour. 

Una giornata per Time Hetherington” è il terzo tema della rassegna con due film in programmazione: “Restrepo” di Tim Hetherington e Sebastian Junger, girato nell’estremo avamposto afghano di Restepo, dove il fotoreporter Hetherington ha voluto catturare l’esperienza del combattimento, della noia e della paura negli sguardi dei soldati; “Tim Hetherington: dalla linea del fronte” di Sebastian Junger, un ritratto commovente del fotografo di guerra. La rassegna si chiude affrontando il tema 

"Protagonisti” con gli ultimi tre film: “Alla ricerca di Vivian Maier” di John Maloof Charlie Siskel, docufilm che racconta la storia di questa fotografa per anni rimasta nell’anonimato. Il secondo film della giornata è una speciale preview della fotografa Jessica DimmockPearl”, il racconto profondo e attento del cambiamento, fisico ed emotivo, di una donna trasgender nel Pacifico nordoccidentale. 

Segue “Il sale della terra” di Wim Wenders e Juliano RIbeiro Salgado, l’occasione perfetta per scoprire la vita e il lavoro del grande fotografo Sebastião Salgado attraverso lo sguardo del figlio Juliano e del regista Wenders

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: