lunedì 16 maggio 2016

Flavio Tecchio allo Spazio Raw

Lo Spazio Raw ospita un'antologica di Flavio Tecchio, a cura di Anna Mola, che racconta i suoi trent'anni di ricerca fotografica.

Un'esposizione di 40 stampe, scattate in analogico, descrivono il suo intero percorso fotografico: dagli esordi, a colori, a metà degli anni '80 al passaggio, poco tempo dopo, al bianco e nero sancisce, invece, l' oggi: passanti, frequentatori di bar, scorci di natura e paesaggi urbani sono spesso i protagonisti delle sue fotografie.

Una ricerca che si fa viaggio: Stati Uniti, Europa, India, Turchia, Sud America. Incontri e chilometri, macchina fotografica al collo, per raccontare l'uomo, il lontano che in realtà è così vicino da essere al contempo identico e diverso: un ballerino solitario in Argentina, visitatori di un tempio in India o l' avventore di un caffè di Budapest, l'uomo rimane uomo e sempre uguale a se stesso.

Chiude l'antologia Exit, cronologicamente gli scatti più recenti, che raccontano l'universo intimo degli affetti e della casa: il padre, mancato anni fa, e la mamma, malata da tempo e sempre più “distante” con la mente.

@Antonietta Usardi


FLAVIO TECCHIO 
Nasce a Desio nel 1963. Fotografo dal 1986, utilizza una macchina fotografica analogica e fino a pochi anni fa ha stampato personalmente in camera oscura le sue immagini in bianco e nero, realizzando una tiratura media di 20 pezzi per ogni stampa.
Ha partecipato a diverse mostre personali e collettive sul territorio nazionale, alcune delle quali inserite nel Photofestival. Diverse sue immagini sono state battute a un'asta di beneficenza per Sotheby's.

CURATELA
Anna Mola è critica e curatrice indipendente, insegnante di storia della fotografia. Realizza e collabora a progetti dedicati all'arte contemporanea e alla fotografia. Ha collaborato con l'Università degli Studi di Milano e organizzato e curato in Italia, oltre 20 esposizioni personali e collettive di fotografia, pittura e scultura.

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: