lunedì 23 maggio 2016

Wow Spazio Fumetto Ospita Tuono Pettinato

Fino al 19 giugno Wow Spazio Fumetto ospita la mostra “Tuonèide. Le straordinarie avventure di Tuono Pettinato, fumettista”. 

Un viaggio nel mondo di uno tra i più quotati autori di fumetto italiani, Andrea Paggiaro: 20 quaderni di lavorazione, 30 bozzetti e 60 tavole originali raccontano la vita e il lavoro di questo giovane artista.  

La mostra è suddivisa in diverse sezioni dal concept del fumetto fino alla sua realizzazione, approfondendo i vari generi toccati da Tuono nel corso della sua attività, dalla fiction alla biografia.

I fumetti di Tuono sono caratterizzati da uno stile inconfondibile, che riesce ad adattarsi sia ad un registro comico che alla satira più nera, non rinunciando ad apparire lui stesso all’interno delle sue storie. 

Proprio per questo a condurre il visitatore nel percorso espositivo è proprio lui, Tuono, aiutandolo a comprendere il “caos di una mente in ebollizione”, guidandolo all’interno delle sezioni. 

Ogni sezione è aperta da un testo scritto da esperti del settore, nonché amici di Tuono, come l’editor e saggista Andrea Plazzi o il docente, saggista e direttore di Fumettologica, Matteo Stefanelli, e il direttore del CNR, Roberto Natalini

Nella sua carriera Tuono si è confrontato anche con personaggi come Galileo Galilei, Giuseppe Garibaldi e Kurt Cobain, affrontandoli da un punto di vista inedito, libero dall’aura mitica che li circonda in quanto giganti della Storia e dell’Arte: le sue biografie sono uniche, anche grazie alla sua abilità di tracciare volti più che celebri caratterizzandolo con pochi tratti di matita. 

Una sezione è dedicata alla scienza in quanto Tuono non solo ha raccontato la vita di Alan Turing, ma ha anche collaborato con la storia “OraMai” alla rivista Lucca Comics&Science, dedicata ai misteri del tempo e nata da una visita al CERN di Ginevra. 

Le opere di Tuono sono, inoltre, accompagnate da omaggi realizzati dai suoi compagni di avventura come LRNZ, Dr. Pira, Maicol&Mirco e Ratigher

Ingresso gratuito. 

@Stefania Cappelletti

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: