martedì 6 settembre 2016

La Psichiatra di Wulf Dorn

La “psichiatra” è un libro di Wulf Dorn che racconta la storia di Ellen, una psichiatra che dopo la partenza del suo compagno e collega Chris, si ritrova ad affrontare un caso particolarmente interessante lasciatole proprio da quest’ultimo.

Il caso riguarda una donna di cui la protagonista sa veramente poco oltre al fatto che è stata brutalmente picchiata e canta ossessivamente e completamente terrorizzata la canzoncina dell’uomo nero.
Sebbene la situazione sia già di partenza parecchio inquietante, le cose andranno complicandosi ulteriormente dopo l’improvvisa scomparsa di questa misteriosa donna che nessuno ha visto allontanarsi ne tantomeno sapeva della sua esistenza e permanenza all’interno della clinica.
Ellen rimane dunque sola nella complicata ricerca di questa donna per la quale teme una mostruosa fine tra le grinfie di qualche sadico.
Durante le sue ricerche la dottoressa entrerà in un mondo oscuro e popolato da altrettante oscure presenze che la condurranno alla scoperta di una sconcertante verità nettamente in bilico tra realtà e follia.

Ho scoperto questo libro per caso, abbandonato nella libreria dell’agriturismo in cui mi trovavo per le vacanze. Tra i diversi titoli e pagine impolverate che avevano catturato la mia attenzione, mi è caduto l’occhio su questo romanzo e sin dalla prima pagina, ho potuto apprezzare la bravura dell’autore nel catturare il lettore. Ho completato la lettura in pochi giorni senza mai annoiarmi e sommersa da una dose di suspense veramente d’eccellenza.

“Stanza n°7. Ogni paziente ha un odore. E’ un odore acre, penetrante. E’ l’odore della paura.
Ma questa volta è diverso. Perché questa volta la psichiatra sa che la paura della paziente diventerà anche la sua”.

Cecilia Carbonaro

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: