mercoledì 25 gennaio 2017

Museo Bagatti Valsecchi. Le Novità di Gennaio

Un gennaio ricco di appuntamenti quello organizzato dagli amici del Museo Bagatti Valsecchi, che arricchisce la programmazione di visite guidate.

Oltre a quelle tradizionali sono previsti modi diversi per apprezzare i tesori e le ricchezze di questo museo, come le visite teatralizzate, al buio e in lingua inglese con una guida madrelingua.


Ecco i prossimi appuntamenti:

Giovedì 26 gennaio / Venerdì 17 febbraio ore 18 UN MUSEO AL LUME DI CANDELA
Ogni oggetto presenta un’anima diversa quando a illuminarlo è una flebile candela. Una visita guidata al buio alla scoperta degli aspetti più nascosti della collezione Bagatti Valsecchi, dove alla luce delle candele i visitatori avranno accesso esclusivo alle sale per una serata tutta speciale.
La disponibilità delle visite è limitata, si richiede pertanto la prenotazione
La visita è inclusa nel biglietto d’ingresso (Intero 9 euro, ridotto 6 euro)
Per maggiori informazioni: didattica@museobagattivalsecchi.org / T 02 7600 6132

Domenica 5 febbraio ore 14 e ore 16 Visita teatralizzata
Una guida sarà senz'altro in grado di spiegarvi nel dettaglio le caratteristiche della Casa Museo Bagatti Valsecchi, ma nessuno al mondo potrà farlo meglio di chi qui dentro ci ha vissuto: Fausto, padrone di casa e progettista, e la sua portinaia. Entrambi vi guideranno alla scoperta di questo gioiello nascosto tra le vie del centro.
Ingresso al Museo (comprensivo dell'ingresso al Museo e della tessera Dramatrà)
intero 15,00 euro / ridotto 10,00 euro (ragazzi 7-15 anni) / gratis per bambini sotto i 6 anni
Per informazioni e prenotazioni: Dramatrà T 340 1127035, info@dramatra.it

A fianco delle visite speciali restano sempre disponibili le audioguide del museo, incluse nel biglietto d’ingresso, e la app per smartphone Museo Bagatti Valsecchi, gratuita e disponibile sia per iOS che per Android; a soli 2 euro in più è invece possibile acquistare il Silent Book, una libro composto di sole immagini che suggerisce nuovi sguardi alle collezioni in una sorta di caccia al dettaglio.

@Antonietta Usardi

Lo hai trovato interessante? Condividi con i tuoi contatti: